Alto Molise: Una terra ricca di storia , cultura e tradizioni

Alto Molise: il territorio dell’eccellenza artigianale molisana.
Il territorio comprende i seguenti comuni:
Agnone, Belmonte del Sannio, Capracotta , Carovilli , Castel del Giudice, Castelverrino ,Pescolanciano, Poggio Sannita, San Pietro Avellana, Sant’Angelo del Pesco e Vastogirardi.
E’ stato ed è questo un territorio per anni legato all’artigianato, all’agricoltura e alla trasformazione e distribuzione dei prodotti alimentari. Infatti nel comune di Agnone troviamo l’antica Fonderia Marinelli che per secoli ha data alla chiesa il suo prodotto inconfondibile: la Campana, e sempre qui altri artigiani per anni si sono dedicati alla lavorazione del rame. Un evento che negli ultimi anni è diventato famoso per la sua originalità e la ‘Ndocciata. La ‘Ndocciata di Agnone è forse il rito di fuoco più famoso del mondo. La manifestazione si svolge l’otto dicembre, giorno dell’immacolata e il 24 dicembre vigilia di Natale. Le Ndocce sono delle torce di abete e fasci di ginestra secche, la loro preparazione è molto lunga in quanto è necessario avere ‘ndocce asciutte e secche e, per far in modo che le ‘ndocce siano abbastanza asciutte queste vengono raccolte ed essiccate molto tempo prima dell’uso. Si racconta che il portatore più giovane delle ‘ndocce dopo la sfilata poteva recarsi sotto il balcone della propria ragazza e chiedergli la mano, se la ragazza si affacciava al balcone significava che acconsentiva alla richiesta , se buttava l’acqua in segno di spegnimento delle ‘docce significava che rifiutava la richiesta. La manifestazione è ormai conosciuta in tutto il mondo, nei giorni dedicati al rito sono migliaia le persone che si recano in Agnone per assistere all’evento. La ‘Ndocciata ha riscosso un grande successo nella piazza del Vaticano a Roma, dove hanno assistito all’evento oltre al Papa migliaia di persone proveniente da tutto il mondo. Le contrade che partecipano all’evento sono San Quirino, Capammònta e Capabàlla , Colle Sente, Guastra e Sant’Onofrio. Il falò finale avviene in piazza quando tutte le ‘ndocciate si uniscono per fare un unico falò che vuole significare per tutti l’addio alle cose negative dell’anno vecchio che brucia nel fuoco.  Un pezzo forte di questo territorio è stato e rimane la coltivazione , produzione e trasformazione dei prodotti tipici alimentari. Diciamo che il territorio è stato e rimane legato all’agricoltura quasi da tantissimi anni, infatti qui nella maggior parte dei comuni troviamo la produzione dei cerali (quelli che non devono mancare mai a tavola) , la carne, il caciocavallo, il pecorino, le mozzarelle e altri derivati del latte. Due comuni di questo territorio si contraddistinguono per la trasformazione del tartufo bianco e nero esportati in tutto il mondo. A San Pietra Avellano ogni anno si svolge la mostra mercato dell’oro bianco ( il tartufo bianco) che ospita migliaia di visitatori provenienti anche dai paesi esteri. Se vuoi passare una giornata respirando aria pulita devi andare a Capracotta dove d’estate trovi freschezza e nel periodo di agosto una partecipatissima sagra “ La Pezzata di Capracotta” una festa all’aperto sui prati di Prato Gentile, mentre nel periodo invernale se vuoi rigenerarti per tutto il periodo invernale devi andare a Capracotta per passare una vacanza sulle bellissime piste di neve, sempre di Prato Gentile e dintorni.

Pin It on Pinterest